Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on telegram
Telegram

Sintesi

Il Permanent Portfolio Italia – scherzosamente denominato Zio Peppino’s –  è una strategia Buy & Hold (Acquista e Tieni) con ribilanciamento annuale basata sull’acquisto di Etf quotati In Borsa Italiana opportunamente diversificati e decorrelati.

Chi desidera verificare il rendimento e vedere la Equity Line consulti la front page.

Obiettivi

  •  La difesa del capitale in termini REALI.  Dobbiamo cercare di superare il 3% annuo di rendimento. Vale a dire almeno un punto percentuale in più degli obiettivi che si sono dati le Banche Centrali nel controllo dell’inflazione, cioè il 2%.
  •  In caso il primo obiettivo venga fallito, i portafoglio deve avere una prestazione migliore del mercato azionario, se questo è negativo. Come riferimento avremo l’indice S&P500 del mercato azionario americano che sarà rappresentato nei grafici dall’Etf a cambio aperto quotato alla Borsa Italiana ISIN IE00B3XXRP09, Ticker VUSA.MI
  • Nota bene: Il cambio euro/dollaro più giocare a favore oppure contro a seconda dei suoi movimenti. In data 01.01.2022 il cambio è 1,137

Aspettative

I back test ipotizzano che su base annuale in caso di pesanti crolli di mercato a due cifre la strategia non perderà oltre il 5% e che possa rendere un +7/10% annui in condizioni di mercato ordinarie.

Approfondimento

Zio Peppino’s Soup è una strategia proprietaria che nasce dalla analisi dei lavori degli americani Ray Dalio e Harry Browne, i precursori dei “Permanent Portfolio” che tanto bene si sono comportati in passato e dalla esigenza di tradurre in chiave europea le loro intuizioni mettendole a mercato tramite una serie di Etf quotati in Borsa Italiana di cui si fornisce l’elenco con gli Isin e i Ticker in calce alla pagina.

La componente azionaria, come pure quella obbligazionaria, è stata modulata alla luce delle riflessioni dello scrivente Franco Bandelli basate sulla constatazione che i rendimenti dei portafogli “Permanent” di matrice americana sono stati drogati dai bassi tassi di interesse che hanno favorito la componente azionaria e dai continui interventi delle Istituzioni americane timorose delle conseguenze sociali di rovinosi crolli sui mercati azionari.

Poiché chi scrive non crede che ciò che ha funzionato nel passato debba necessariamente riproporsi e funzionare nel futuro, la strategia originaria è stata modificata e personalizzata alla luce delle nuove esigenze e dei mercati europei.

Inoltre, si osservi, una parte delle risorse – solitamente destinata all’Oro Fisico con compiti di contenimento della volatilità – è stata allocata nelle Commodities con lo scopo di aumentare la decorrelazione.

Da notare infine che l’investimento copre l’intero globo e che quindi una parte degli asset – sebbene denominati in Euro – sono in realtà in Dollari americani e che quindi tale aspetto influenzerà i rendimenti futuri sia in senso positivo che negativo in modo ignoto ma in ogni caso il portafoglio ne beneficerà nel lungo termine per via della maggior decorrelazione data dalla presenza del Dollaro.

 

Zio Peppino's portfolio: un "All Weather Portfolio" tutto italiano