E’ vero, il denaro non rende felici ! Ecco perché, se posso, preferisco sguazzare nei soldi ed essere molto triste. ( Franco Bandelli )
Il denaro non dorme mai. ( Gordon Gekko )
La prima regola è non perdere i soldi. La seconda regola è non dimenticarti della prima. ( Warren Buffet )

Aggiornamento strategie al giorno 12.09.2021

ZIO PEPPINO'S Permanent Portfolio

Da inizio 2021, il portafoglio di Zio Peppino contrassegnato nel grafico sottostante dal colore blu, segna +10,76% contro un +19,33% di Eurostoxx50 !

Nota Bene: L’obiettivo del portafoglio NON è di battere l’indice quando questo è positivo ma di perdere molto meno – o forse proprio poco – quando il mercato inizia a dare i ceffoni.

ZIA MARIA'S VIX Portfolio

Da inizio 2021, il portafoglio di Zia Maria contrassegnato nel grafico sottostante dal colore blu, segna +15,82% contro un +25,45% di S&P 500 !

Nota Bene: Il portafoglio rende al meglio in occasione di un forte aumento della volatilità dovuta a crolli del mercato azionario. Invece soffrirà in caso di calma piatta o moderata crescita. 

MINGUCCIO'S Megatrend Portfolio

Da inizio 2021, il portafoglio di Minguccio contrassegnato nel grafico sottostante dal colore blu, segna +4,21 % contro un +25,45 % di S&P 500 !

Nota Bene: Il portafoglio renderà al meglio se i megatrend continueranno a sovraperformare il mercato oppure se ci sarà un forte aumento della volatilità dovuta a crolli del mercato azionario. Invece soffrirà in caso di calma piatta o moderata crescita. 

Commento ai Mercati

Cari Amici,

dopo una settimana lavorativa si suppone che siamo tutti rodati e pronti per il prossimo stop che avverrà in occasione delle vacanze natalizie. Durante i prossimi tre mesi continueremo ad analizzare i mercati con l’aiuto del Mago Do Nascimento e dei Tarocchi, le carte divinatorie che solitamente sbagliano meno degli analisti strapagati di JP Morgan. Eventuali approfondimenti saranno fatti con un uso sapiente del Pendolino ed eventualmente con interventi dall’Oltretomba da parte di Bernie Madoff, il defunto imbroglione di Wall Street.

Ora passiamo brevemente in rassegna l’andamento dei mercati principali.

Mercati azionari

La settimana appena trascorsa si è caratterizzata da un ritracciamento dei mercati azionari che può essere preludio di ulteriori scoppole sul muso se gli indici non rimbalzano prontamente durante la settimana prossima. La Analisi Tecnica suggerisce prudenza poiché sono ben chiari i segnali di stanchezza da parte dei mercati. Su base settimanale, lo S&P500 scende dello -1.69% a 4458 punti, il Eurostoxx50 cala del -0.75% e si ferma a 4170 punti, peggio fa il nostro indice Ftsemib40 con un -1.45% scendendo a circa 25700 punti.

Mercato delle Commodities

L’indice delle Commodities (Merci) Crb rimane stabile ma a livelli comunque molto alti e chiude la settimana a 220 punti circa. Negativa la prestazione dell’Oro che segna un -2.27% a 1.788 $ l’oncia mentre il Brent rimane stabile a quasi 73$ al barile. Si parla sempre più spesso di inflazione, soprattutto sul mercato Usa, che da “transitoria” per citare Powell della Fed sta – secondo molti e compreso il sottoscritto – per diventare persistente. Il dato Usa di agosto sui prezzi alla produzione (P.P.I = Production Price Index) che misura in diverso modo l’inflazione è ai massimi annuali. L’inflazione è un fatto oramai, bisogna vedere come gestirla. 

 Mercato obbligazionario

La settimana appena conclusa ha visto il consueto rimpallo di voci che rimbalzano da una parte all’altre dell’oceano a proposito della continuazione della politica monetaria ultra accomodante sul tema dei tassi di interesse. Powell per la Fed e la Lagarde per la Bce continueranno ad essere dovish (ultra espansivi in termini di politica monetaria) sulla base del fatto che il dato sulla disoccupazione Usa necessita di ulteriori attenzioni mentre sul lato europeo si parla di Tapering ( riduzione degli acquisiti di titoli obbligazionari per favorire lo stimolo all’economia) ma non in termini concreti ed ultimativi. Il riverbero di tali voci sul mercato del debito è ben chiaro: i rendimenti permangono miserabili e rimarranno tali per molto tempo ancora. Il T Bond decennale rende il 1.34% e il nostro Btp il 0.74%. Un insulto per chi presta i soldi.

Mercato delle valute

Il cambio Euro-Dollaro chiude la settimana a 1.1815 con una leggera variazione negativa di -0.56%. Nulla da aggiungere o da togliere al mercato delle valute, si tratta di aspettare e valutare nuovi elementi. 

——————–

Mi congedo invitandovi a leggere la mia ultima Newsletter Luglio 2021 che è ancor oggi attuale e aggiornerò presumibilmente ad Ottobre emettendone una nuova alla luce dei movimenti di mercato nel frattempo avvenuti.

Vi segnalo inoltre il mio ultimo articolo relativo a Cigni Neri, Volatilità e Rischi di portafoglio. Si tratta di una ottima alternativa al sonnifero ma vi assicuro che mette ordine in modo semplice ad alcuni concetti spesso male intesi.

Un saluto a tutti e un buon fine settimana.

Franco Bandelli

La Newsletter di FINANZA IRRIVERENTE

Iscriviti e riceverai gli aggiornamenti di Finanza Irriverente.

Niente pubblicità o spam…mai !

Articoli recenti

Uncategorized

Newsletter 1° Quadrimestre

Cari Amici e Sottoscrittori della Newsletter di Finanza Irriverente, Innanzitutto, un ringraziamento a chi segue il mio blog e legge quanto scrivo ogni settimana. Questa

Read More »