lupo e salame per finanza irriverente
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print
Fear Greed index

Fear Greed Index: l’indice che esprime il terrore e l’ingordigia umana

Sintesi:

  • Il Fear Greed index è un indice proprietario del network televisivo americano CNN che monitora il sentiment degli investitori e da cui è possibile trarre utili indicazioni prima di effettuare un investimento.
  • Letture sotto i 20 e sopra i 80 punti rappresentano gli eccessi – rispettivamente del terrore e della ingordigia umana – nel settore degli investimenti finanziari e forniscono importanti indizi nel caso si voglia entrare nel mercato.
Fear Greed Index

Approfondimento:

IL Fear Greed Index (FGI Index) è un indice poco conosciuto ai più, soprattutto in Italia. Negli Stati Uniti è stato reso celebre dalla CNN che lo pubblica nel suo sito su base giornaliera. Tramite un pool di esperti, vengono monitorati una serie di dati e poi normalizzati al fine di renderli intellegibili e successivamente sintetizzati in un UNICO valore oscillante tra 0 e 100 punti.

Un investitore attento e consapevole deve avere ben presente tale indice e saperlo interpretare prima di effettuare qualsiasi investimento. Sul sito di Finanza Irriverente viene riportato il link della CNN al fine di una immediata consultazione.

In sostanza, il cruscotto colorato indica quotidianamente lo stato d’animo degli investitori tramite una lancetta oscillante tra valori compresi tra 0 e 100.

Premettendo che il futuro è incognito per definizione, è utile sapere se in un dato momento il mercato è “overvalued” ( prezzato oltre misura) oppure i crolli azionari in corso terrorizzino sufficientemente gli investitori al punto di indurli a vendere qualsiasi asset al meglio e valutare pertanto qualche acquisto a prezzi da saldo.

 

In particolare:

  • Letture dell’indice FGI Index oltre i 80 punti indicano che la ingordigia e la irragionevolezza imperano e spingono i mercati a valutazioni eccessive. In questa fase di mercato il parco buoi si sta dirigendo felicemente e tranquillamente verso il macello che seguirà a breve. Le Mani Forti invece si stanno preparando a uscire vendendo a prezzi alti agli ultimi arrivati alla festa ( per intenderci: quelli che dal parrucchiere hanno sentito che bisogna comprare in borsa). Nel caso si voglia comunque entrare nel mercato azionario ben sapendo che si compra a caro prezzo in un momento di euforia dei mercati, un approccio prudenziale potrebbe essere

 

1 –  acquistare titoli difensivi o anticlicici quali utilities e alimentari

2 – acquistare Oro fisico, metalli pregiati, diamanti o beni rifugio

3 – evitare qualunque asset al top dei corsi

4 – impostare strategie opzionarie NON RIALZISTE quali spread OTM sul lato delle Call.

5 – considerare l’acquisto di future, opzioni o Etf sul Vix (N.b. andando ovviamente long sul Vix)

 

  • Letture dell’indice inferiori a 20 punti indicano invece che le Mani Forti stanno finendo di scannare e bere il sangue degli ultimi buoi iniziando a comprare a prezzi infimi ciò che i piccoli risparmiatori terrorizzati stanno ultimando di svendere. In una ottica di questo tipo un investitore prudente e consapevole deve valutare di :

 

1 – acquistare progressivamente titoli a larga capitalizzazione con importanti dividendi da distribuire

2 – disinvestire progressivamente gli asset sull’Oro fisico e ogni bene rifugio

3 – impostare strategie opzionarie NON RIBASSISTE quali spread OTM sul lato delle Put

4 – Shortare il vix e progressivemente incassare gli utili conseguiti sui future, opzioni o Etf

A differenza degli “esperti di borsa” non darei al Fear Greed Index altre valenze oltre a queste: a mio avviso sono più che sufficienti per intervenire e approfittare di ciò che ci racconta il FGI Index senza tentare di anticipare il mercato che alla fine fa ciò che desidera. Il FGI Index può quindi aiutare a evitare scelte sbagliate acquistando ad esempio al culmine di una bolla oppure, al contrario, può preludere ad una inversione del mercato quando questo si avvicina ai minimi.

Rimane ancora una domanda senza una risposta: supponendo che il FGI Index sia agli eccessi, quando iniziare a comprare ai minimi o vendere ai massimi di mercato ?

Se avessi la risposta precisa sarei sul mio elicottero a pattugliare i miei sconfinati possedimenti. Una risposta più seria e plausibile può essere la seguente. Se sovrapponiamo esattamente un grafico a due anni dell’indice SP 500 che fotografa la situazione passata del mercato americano con il grafico dell’ FGI Index a due anni che fornisce la CNN e li analizziamo attentamente scopriamo che:

1 – per letture del FGI Index sopra i 90 punti sarebbe poi seguito un ritracciamento o crollo del marcato americano e poi mondiale entro 4/8 settimane (ved. crollo del Marzo 2020). Il crollo avviene non immediatamente perché esistono sempre i ritardatari e gli ultimi arrivati che credono alle favole di una borsa sempre in rialzo.

2 – per letture sotto i 10 punti le ripartenze sono più improvvise e violente ma meno telefonate, ciò accade perché quando le Mani Forti hanno deciso che è ora di comprare non trovano alcuna opposizione da parte dei piccoli risparmiatori.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Newsletter Estiva Luglio 2021

Cari Amici sottoscrittori della newsletter di Finanza Irriverente, come promesso per non abusare della vostra pazienza ho scritto poche newsletter, questa è la terza, e

Read More »

Newsletter 1° Quadrimestre

Cari Amici e Sottoscrittori della Newsletter di Finanza Irriverente, Innanzitutto, un ringraziamento a chi segue il mio blog e legge quanto scrivo ogni settimana. Questa

Read More »
Truffe online

Come evitare le truffe del trading

Sintesi Vi presento un interessante articolo, ripreso anche dalla stampa specializzata,  in merito alle truffe ordite ai danni dei risparmiatori a firma di Rosario Daniele Iemulo,

Read More »